Post

Visualizzazione dei post da 2019

Il giadino incantato di Gorizia

Immagine
La primavera è quel momento dell anno in cui la natura si risveglia dal lungo letargo e da il meglio si se. Temperature miti ed un bel sole sono l'occasione perfetta per scoprire quei posti un pò nascosti ed esclusivi che nascondono al loro interno dei veri tesori.


Uno di questi è il giardino  Viatori, un giardino privato a qualche chilometro da Gorizia che proprio in queste settimane apre al pubblico. Chiamato anche giardino delle azalee, è nato su volontà del Professor Luciano Viatori che ne ha curato personalmente la crescita e lo sviluppo rifacendosi  ai giardini inglesi dell'800. All'interno sono custodite numerose collezioni di piante tra cui 500 varietà di azalee, 150 rododendri, 50 varietà di camelie e 120 di magnolie in fioritura proprio in questi giorni.




Nel 2014, con la morte del Prof. Viatori, la proprietà del giardino è passata alla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia che si è assunta l'impegno di conservarlo e aprirlo al pubblico nel periodo di mass…

Un pezzo d'oriente in Cavana

Immagine
Chi l'avrebbe mai detto che girovagando per Trieste si potesse arrivare fino ai paesi della Via della Seta? Volete sapere come?  Nascosto tra le strette vie della Cavana, nella città vecchia di Trieste c'è un piccolo museo dedicato al mondo orientale.


Lo troviamo all'interno di un piccolo palazzo chiamato Palazetto Leo, donato dalla contessa Nugent al comune nel 1954 e aperto al pubblico nel marzo del 2001 dai Civici musei di Trieste grazie al contributo della Fondazione CRTrieste  e al comune di Trieste.



All interno trova posto la collezione d'arte orientale che si presenta come una raccolta di memorie, ricordi si viaggio, testimonianze varie riguardanti tutta l'area asiatica ma con un occhio particolare rivolta verso Cina e Giappone.



Il percorso museale si sviluppa attraverso quelli che erano i rapporti tra la città di Trieste e l'Oriente, avviati nel corso del '700, quando le navi Lloyd Austriaco di navigazione raggiunsero le coste dell India, della Cin…

Adelia Di Fant: la cioccolata nel cuore di San Daniele del Friuli

Immagine
Passeggiando nel cuore di San Daniele, tra una bottega e l'altra troviamo, nascosta sotto i portici del centro storico, una piccola realtà artigianale che ha saputo catturare l'attenzione di molti addetti ai lavori. 



Due vetrine cariche di ogni prelibatezza ci invitano ad entrare nella piccola bottega  dove, da 20 anni,  Adelia Di Fant vende le creazioni figlie della sua assoluta passione per il cioccolato. Ad accoglierci la signora Adelia in persona con alcune sue collaboratrici con cui faremo un bel viaggio nel mondo dell'arte  cioccolatiera .


Per iniziare il nostro tour dobbiamo uscire dal negozio e entrare  nel laboratorio qualche metro più in là.  Qui, mentre sotto i nostri occhi due giovani ragazze creano  praline  e mendiants, la signora Adelia ci racconta un po quella che è la storia della sua attività.
L'azienda  nasce  negli anni '80 quando Adelia, che già lavorava nel campo dei distillati, unendo la passione per il cioccolato al mondo dei liquori, creò …